Cookie Policy e GDPR: cosa cambierà nel 2024 per gli inserzionisti

Il tema della cybersecurity ha portato importanti cambiamenti nel panorama normativo volti a tutelare la privacy online degli utenti. In Europa, in particolare, grande attenzione è stata rivolta allo sviluppo delle politiche sui cookie e al General Data Protection Regulation (GDPR). Ma quali sono queste novità in materia di cookie policy e GDPR, cosa cambierà nel 2024 per gli inserzionisti? Come sarà il futuro del marketing per chi si occupa di pubblicità online? Esaminiamo insieme le implicazioni e le nuove prospettive.

Le nuove normative del 2024 su Cookie Policy e GDPR

Al fine di prevenire violazioni dei dati e proteggere la privacy degli utenti, il 2024 sta introducendo misure di sicurezza potenziate. La revisione e l’aggiornamento delle Cookie Policy in conformità alle nuove disposizioni del GDPR sono essenziali per evitare sanzioni e preservare la fiducia degli utenti nel mondo digitale. Questo inevitabilmente influenzerà il settore della pubblicità online, poiché gli inserzionisti dovranno affrontare una limitazione sempre maggiore nell’acquisizione dei dati.

L’Unione Europea ha vagliato diverse normative che entreranno in vigore nel 2024, tra cui:

  • Digital Service Act (DSA): Introduce nuove tutele per gli utenti contro i contenuti illegali e stabilisce obblighi di trasparenza e non discriminazione per chi offre servizi tramite grandi piattaforme online e marketplace.
  • Digital Market Act (DMA): Regolamenta gli aspetti concorrenziali del mercato delle piattaforme digitali, identificando i gatekeepers e imponendo loro specifici obblighi.
  • AI Act: La prima legge che regolamenta l’intelligenza artificiale.

Tutto quello che gli inserzionisti devono aspettarsi

Cosa cambierà quindi di concreto nel 2024 per gli inserzionisti?

  • Gli editori che mostrano annunci dovranno utilizzare una piattaforma per la gestione del consenso (CMP);
  • Chi utilizza Google Ads dovrà abilitare Google Consent Mode 2.0. Un nuovo framework per la gestione del consenso agli annunci online. Utile per misurare le conversioni a norma di legge;
  • Sempre Google ha già iniziato a limitare i cookie di terze parti su Chrome. Ciò avrà un grandissimo impatto per la pubblicità online e per tutte quelle tecnologie che usano i cookie per il tracciamento degli interessi;
  • Apple imporrà ulteriori limitazioni ai cookie e agli identificatori mobili attraverso ITP e ATT;

In parole povere? Gli utenti avranno maggiore trasparenza e controllo, con la possibilità di rifiutare la pubblicità personalizzata. Profilare e raggiungere il proprio target, tracciarlo e analizzarne i comportamenti online potrebbero diventare, quindi, tutte attività più complesse da svolgere.

Come prepararsi al cambiamento delle Cookie Policy e del GDPR nel 2024

Sebbene possa sembrare una sfida, per chi opera nel marketing è soprattutto un’opportunità da cogliere. Si aprono infatti nuovi scenari in cui sviluppare e sperimentare nuove strategie ADV. Inoltre, valutare l’uso crescente dell’IA per settare nuove campagne pubblicitarie diventa sempre più rilevante. È quindi essenziale prepararsi e adattarsi al cambiamento, evitando di lasciarsi destabilizzare dalle implicazioni delle nuove normative.